Home salute • La salute di dati sul web, quali sono le conseguenze ?

La salute di dati sul web, quali sono le conseguenze ?

Con la proliferazione di oggetti collegati e applicazioni mobile, le problematiche legate alla gestione dei dati sanitari sono regolarmente. L’indagine “salute Parlare sul web, che(s) conseguenza(s) ?”mette in luce il punto di vista e la percezione dei pazienti su questo argomento. La scoperta.

Parler de santé - ok.key' 'http://i0.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/06/datasante1.jpg?w=500 500w, http://i0.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/06/datasante1.jpg?resize=300%2C169 300wEffettuata dal presidente del Social Network dell’Institut Miniere di Telecom, Doctissimo, LauMa di comunicazione, i Pazienti e Web, Renaloo, Vivere Senza la Tiroide, in collaborazione con numerose associazioni di pazienti, l’indagine “salute Parlare sul web, che(s) conseguenza(s) ?” mette in luce il punto di vista e percezioni dei pazienti con patologie croniche, la pubblicazione, lo scambio, la memorizzazione di dati sanitari sul blog, forum, social network e altre applicazioni mobili di salute.

Una benedizione mista : 8 % di loro dicono di essere “molto preoccupato” e il 23 % “un po ‘ preoccupato”, mentre il 43% afferma di essere “abbastanza” o “molto fiducioso” (22 % non ha mai pensato di e del 4% non sapere).

Preoccupazione per il potenziale utente dei dati sanitari

Quando è stato chiesto circa la loro fonte di preoccupazione per quanto riguarda i dati sanitari, i pazienti la comunicazione dei dati sanitari sul web problema di preoccupazione per quanto riguarda l’utilizzo di questi dati da parte dell’assicuratore (39 %), il loro datore di lavoro (36 %) e più sorprendente di Assicurazione sanitaria (27 %).

Per quasi la metà, il web crawling, data mining e text mining in salute sono oggi una realtà : il 43 % ritiene che questi dati relativi alla salute sono continuamente analizzati dal software. Ma sono ancora più propensi a pensare che si è fatto da parte dei responsabili di lettura di forum, blog e altri social network. In contrasto, il 34% pensa che il recupero dei dati di salute informale sul web e mobile per la salute (mappe) è vietata dalla legge.

Archiviazione dati : i medici e associazioni di pazienti popolare

Per quanto riguarda lo stoccaggio dei loro dati sanitari che hanno comunicato su un sito, un forum o un mApp, il 59% degli intervistati ripongono la loro fiducia nel proprio medico curante, il 31 % medicare, l ‘ 11 % di un laboratorio farmaceutico (16 % degli utenti delle mappe), ma solo il 2% dell’editore di software o di servizi Internet per il pubblico in generale (Google, Microsoft…) e 0% per un operatore di telecomunicazioni o di un ISP. Quasi 2 su 10 non hanno fiducia in se stessi in questa area e preferisce memorizzare questi dati sul proprio smartphone o computer.

L’utilizzo dei dati sanitari : il contrasto di opinioni

La preoccupazione espressa dagli intervistati sull’uso dei dati sanitari è misto. Quando interrogato, in particolare sulle analisi che si possono fare con la loro salute dati informali, quelli che producono sul web e nelle applicazioni mobili, sono il 64 % concordato per un uso effettuato da parte di enti pubblici in una missione di interesse pubblico, ma solo il 6% di questo essere fatto da una società privata.

Invece, essi sono del 40% per essere in accordo sul fatto che questi dati possono essere utilizzati per migliorare la qualità del sito web, i social network o il mApp, pertanto, i servizi, le imprese private, il 76% per la ricerca medica, e c’è anche una grande parte di essa viene effettuata dalla società di assistenza sanitaria, farmaceutica, laboratori o aziende di tecnologie mediche, e il 78 % sono in accordo con il loro utilizzo per migliorare la tolleranza della droga… un ruolo in cui i soggetti privati sono essenziali.

Quali sono le condizioni del trattamento dei dati ?

In materia di trattamento dei dati i termini, il 70% degli intervistati desiderano che i loro dati sono completamente anonimi e che il loro contratto sia richiesto durante la registrazione o download di un’applicazione mobile.

Per una migliore regolazione dello sfruttamento di dati sanitari, il 70% degli intervistati sono favorevoli prima di tutto per l’istituzione di un codice di buona pratica che la trasparenza dell’informazione per la raccolta, elaborazione e utilizzo dei dati raccolti dalla società che svolgono sfruttamento.

In sintesi : è necessario spiegare e informare

Per riepilogare i dati di questa indagine “salute Parlare sul web, che(s) conseguenza(s) ?”, possiamo identificare 4 elementi :

  • un problema esiste nel 31% degli intervistati ed è principalmente legato alla qualità delle persone, le imprese, le istituzioni possono utilizzare questi dati per la salute.
  • che esiste un reale interesse nell’uso di questi dati per la ricerca medica – 76 % d’accordo, migliorare la tolleranza della droga – il 78% sono d’accordo, la qualità delle cure -84 % d’accordo, la salute e la sicurezza con il 62% di accordo o di una migliore comprensione dei comportamenti di salute – il 79 % di accordo.
  • le condizioni per il successo sono chiamati la trasformazione in forma anonima, un accordo preliminare ed esplicita di autoregolamentazione degli attori.
  • e ‘ più che necessario per informare e formare sull’utilizzo dei dati sanitari, le loro condizioni di utilizzo (Quello che in francia è familiarità con il termine “host web certificata dei dati sanitari” e che cosa copre ?) tecniche e criteri relativi alla loro sicurezza.
  • Questo sondaggio è stato condotto da un campo in fase di auto-somministrati sul web dal 17 aprile al 6 giugno 2014, 2 735 partecipanti, di cui 848 sono state mantenute per analisi (Coloro che hanno già scambiato e condiviso, scritto, pubblicato sul suo stato di salute o quella di un membro del suo entourage sul web o social network, un forum, utilizzando un’applicazione mobile per la salute…).

    Vedere lo storify della conferenza stampa di venerdì 27 giugno “Sulla sanità, sul web, che(s) conseguenza(s) ?”

    Fonte : LauMa comunicazione

    Author:itadsale

    Leave a Reply