Home italia • Perchè le donne vivono più a lungo degli uomini?

Perchè le donne vivono più a lungo degli uomini?

Le donne sono più longeve del sesso forte e soprattutto raggiungono prima la maturità. A far crescere prima le femmine sono gli ormoni che regolano il metabolismo. Mettendo a rapporto lo sviluppo osseo di una bambina di sei anni rispetto ad un suo coetaneo di sesso opposto, si può notare come la bambina risulti un anno avanti rispetto al maschio.
Spesso si sente dire che anche a livello di maturità cerebrale le donne arrivino prima a raggiungerla, ed è esattamente così. E’ un dato scientifico e dimostrato che anche la maturità cerebrale è regolata dagli ormoni.

Nel sesso femminile, questi ormoni ricoprono di mielina alcune zone del cervello, più velocemente che non negli uomini. Non vi stupirà sapere che si tratta proprio delle aree del cervello che hanno il compito di valutare e considerare le conseguenze del proprio comportamento e delle proprie azioni. Le donne avrebbero dunque più giudizio … e molto prima che lo raggiungano i loro coetanei maschi.
In effetti le adolescenti risultano meno spericolate, ben più assennate e maggiormente studiose (in molti casi) rispetto ai compagni. Il gentil sesso non è solo più maturo, ma anche più longevo. La differenza di vita media fra i due sessi in tutto il mondo è di circa 6-7 anni. Le donne vivono dunque quasi un decennio in più.
Le motivazioni di questa maggior resistenza alla morte non sono ancora state accertate scientificamente. Sembrerebbe un mistero. Anche se molti fattori sembrano essere determinanti per la longevità femminile: la struttura fisica, la donna ha una massa da nutrire inferiore a quella maschile e dunque può impiegare più grassi come fonte di energia, il livello di colesterolo dannoso Ldl che rimane a livelli bassi anche dopo la menopausa, la prevenzione, le donne vanno più spesso dal medico anche per sintomi lievi di malessere, il che facilita la diagnosi precoce, rispetto ai maschietti, più restii alle visite.

Author:itadsale

Leave a Reply