Home italia • Polipi al colon alimentazione e prevenzione

Polipi al colon alimentazione e prevenzione

Non è nota con precisione la causa scatenante della formazione di polipi al colon (e dell’eventuale cancro), ma sappiamo con certezza quanto l’alimentazione sia importante nell’ottica della prevenzione. Queste condizioni di salute sono infatti strettamente collegate al contenuto del colon, determinato dai cibi e dalle bevande che ingeriamo. I grassi animali (ma anche quelli vegetali idrogenati che si trovano in molti alimenti pronti) sembrano aumentare il rischio di sviluppare polipi e cancro al colon. Ecco nel dettaglio qualche consiglio pratico per la dieta e la prevenzione.

polipi colon alimentazione prevenzione

Cosa mangiare?

Quale la migliore dieta in caso di polipi al colon o per prevenire la loro formazione? Mangiare più frutta e verdura è sicuramente il primo step: una alimentazione ricca di fibre non può che giovare, anche perché aiuta la motilità intestinale e a svuotare l’intestino. Lo stesso dicasi per i cereali integrali. Alcuni studi scientifici hanno evidenziato come il consumo di calcio aiuti a prevenire la formazione di polipi adenomatosi al colon. Il consiglio è dunque quello di inserire nella dieta cibi che ne sono ricchi, come i seguenti:

  • latte
  • formaggio
  • yogurt
  • broccoli

Chiaramente non c’è un buon assorbimento di calcio senza il dovuto apporto di Vitamina D che possiamo trovare in abbondanza nelle uova, nel fegato ed in alcuni pesci come il salmone. Esistono in commercio anche prodotti lattiero- caseari arricchiti di Vitamina D, che comunque si può produrre fisiologicamente con una sana e regolare esposizione al sole (con schermi protettivi per la pelle). Fermo restando che si può parlare con il proprio medico curante di una eventuale assunzione di integratori alimentari per questi elementi, utili anche e soprattutto per la salute delle ossa, ma non adatti a tutti.

Cibi da evitare per preveire i polipi al colon

Gli studi scientifici suggeriscono che l’abuso di certi alimenti possa aumentare la probabilità di sviluppare polipi e tumore del colon e che dunque, in un’ottica di prevenzione andrebbero evitati o ridotti. Questi sono:

  • cibi grassi
  • carne rossa, come il manzo, ma anche il maiale
  • carni lavorate, come la pancetta, salsicce, hot dog

In più va sottolineato come le diete ad alto contenuto di grassi possono aumentare la produzione di acidi biliari che vengono convertiti in sostanze cancerogene dai batteri intestinali.

Antiossidanti

Numerosi gli studi scientifici che hanno analizzato l’azione di antiossidanti come il selenio, il beta-carotene, la Vitamina A,C ed E, nell’ottica della prevenzione dei polipi intestinali, ma non sono state ancora raggiunte conferme di efficacia.

Polipi al colon e prevenzione tumore colon-retto

I polipi intestinali seppur benigni, rappresentano un alto fattore di rischio per il tumore del colon. E’ importante al fine della prevenzione sottoporsi agli screening consigliati, che possano portare eventualmente ad una diagnosi precoce, ma anche modificare il proprio stile di vita con le seguenti piccole accortezze:

  • Mangiare con regolarità  frutta, verdura e cereali integrali
  • Ridurre il consumo di grassi nell’alimentazione
  • Limitare il consumo di alcol
  • Smettere di fumare
  • Mantenere un peso corporeo sano
  • Evitare la sedentarietà e svolgere un minimo di attività fisica quotidianamente
  • Rimanere fisicamente attivi e mantenere un peso corporeo sano.

Alcuni studi scientifici hanno evidenziato come anche l’assunzione costante di aspirina aiuti a prevenire la formazione di polipi adenomatosi al colon (anche se trattandosi di un anticoagulante può aumentare il rischio di sanguinamento gastrointestinale). Basta parlarne con il proprio medico curante.

Migliorare lo stile di vita è importante per tutti, ma chi ha familiarità con polipi o cancro al colon deve prestare una maggiore attenzione, già dopo i 30-40 anni. A maggior ragione se si soffre di qualche malattia genetica ereditaria che comporta la formazione di polipi al colon (come la sindrome di Gardner ad esempio): eseguire la colonscopia con regolarità potrà essere determinante.

Leggi anche:

Polipi al colon sono ereditari? Polipi al colon sintomi, quali sono? Polipi al colon sono pericolosi? Polipi al colon e asportazione con colonscopia tradizionale, oncologo risponde

Fonte: NIH.gov

Author:itadsale

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked*

*

*